Intro

FARA SAN MARTINO, PROTETTA DALLA CIMA PIÚ ALTA DELLA MAIELLA, SULLE RIVE DEL FIUME VERDE, È UN ANGOLO D’ABRUZZO RINOMATO PER IL SUO FASCINO E PER L’OPEROSITÁ DEI SUOI ABITANTI. GIÁ NELL’800 LA "FARA" ERA BEN CONOSCIUTA IN ABRUZZO, IN ITALIA E ALL’ESTERO PER LE SUE FIORENTI FABBRICHE DI LANA,
COTONE E LIQUORI, MA GIÁ ALLORA L’ATTIVITÁ PIÚ NOTA ERA QUELLA DEL PASTIFICIO.

Image not available

ANCORA OGGI GLI ANTICHI E PREZIOSI MACCHINARI SONO SEGUITI DALL'ATTENTO E SCRUPOLOSO CONTROLLO DEL
CAV. GIUSEPPE COCCO.

Image not available

                                È LA SUA INSOSTITUIBILE ESPERIENZA AD ACCOMPAGNARE TUTTE LE FASI DELLA LAVORAZIONE AFFINCHÈ TUTTE LE QUALITÁ PROTEICHE E NUTRITIVE DELLA PASTA RIMANGANO INTATTE,                                     INSIEME AL GUSTO.

Image not available

LA FARINA A FONTANA, AL CENTRO L'ACQUA E, PIAN PIANO, BISOGNA AMALGAMARE. IL "MASTRO" PASTAIO VERSA LA SEMOLA DI GRANO DURO

Image not available

NELL'IMPASTATRICE E, LENTAMENTE,
AGGIUNGE ACQUA PURISSIMA, FINO AD OTTENERE UN IMPASTO SODO ED OMOGENEO.

Image not available

LA SFOGLIA PASSA ATTRAVERSO LE TRAFILE DI BRONZO, CHE ASSICURANO ALLA PASTA LA RUVIDEZZA NECESSARIA PER ESALTARE
IL SAPORE
DEI NOSTRI SUGHI.

Image not available

La matassatrice stende la sfoglia ed i suoi rulli in legno, come il mattarello, la tirano fino allo spessore desiderato.

Image not available
Image not available
i formati della pasta

sfoglia i formati

il canale della pasta

guarda i video

la bottega online

ordina il tuo pacco di pasta

L’Album fotografico